Quando si è in attesa di un bambino spesso si pensa agli effetti che potrà avere la gravidanza sul proprio corpo, ci si preoccupa di qualche chilo di troppo, delle smagliature e della perdita della tonicità. Non è raro sentirsi smarrite davanti a tanti dubbi e perplessità ma una volta nato il bambino ci si concentra soprattutto su di lui che ha bisogno di così tante attenzioni e vuol mangiare un gran numero di volte al giorno. Le continue poppate fanno dimenticare alle neo mamme dei tanti cambiamenti che il corpo sta avendo.
Bisogna sapere che i mutamenti del corpo non riguardano solo la fase della gravidanza ma anche il periodo dell’allattamento porta con sé importanti cambiamenti del tutto naturali che è necessario conoscere bene per non preoccuparsi più del dovuto. Non preoccupatevi però perché alcuni cambiamenti sono solo temporanei e una volta terminata la fase dell’allattamento si può tornare anche meglio di prima.

Tutti i benefici dell’allattamento

Allattare non solo è una cosa naturale ma anche benefica sia per il corpo della mamma che per la salute del bambino e stando agli ultimi studi di settore, sembra che posa ridurre significativamente la probabilità di avere un tumore al seno nel corso degli anni.
Ogni volta che il neonato si attacca al seno, il nostro corpo produce endorfine e il cosiddetto ormone dell’amore, ovvero l’ossitocina. Queste sostanze hanno un forte potere rilassante e regalano una piacevole sensazione di benessere. La psiche viene messa a dura prova nell’essere diventate mamme e queste sostanze riequilibrano corpo e mente.
Se al termine dell’allattamento il tuo umore non è dei migliori perché magari hai notato qualche cambiamento che non avresti voluto vedere sul tuo corpo hai comunque una certezza assoluta: quella di aver fatto al tuo fisico e alla salute di tuo figlio un favore enorme che avrà conseguenze positive per il resto della vita tua e sua.
Smettere di allattare comporta degli importanti cambiamenti ormonali che disorientano: non preoccuparti perché è del tutto normale.

Cosa succede al seno quando si smette di allattare

Dopo il periodo di allattamento, il seno sarà più piccolo rispetto a quello che si aveva prima della gravidanza. È una cosa del tutto fisiologica. Quando si allatta il grasso presente nel seno inizia a diminuire rapidamente ma appare comunque turgido e pieno a causa della presenza del latte. Appena terminato il periodo di allattamento, il latte non viene più prodotto e essendoci molto meno grasso rispetto a prima, potrebbe apparire sgonfio e poco bello da vedere. Non preoccuparti perché poco a poco il grasso inizierà di nuovo a riprendere il suo posto e il tuo seno riacquisterà un bell’aspetto, talvolta migliore di quello di prima.
Alcune donne invece potrebbero notare un seno più voluminoso di quello che avevano prima dell’allattamento. Di solito accade quando si sono presi un po’ di chili in più ma basta stare un po’ attente con l’alimentazione per farlo ritornare alla forma di prima. Se perderai un po’ di peso, anche il seno diminuirà di volume.


Le smagliature sono una conseguenza che si verifica molto spesso dopo l’allattamento. Con l’aumento di taglia del seno gonfio di latte, soprattutto se la pelle non è particolarmente elastica, le smagliature iniziano a comparire. Per evitarle è consigliabile adoperare creme idratanti fin dall’inizio della gravidanza. A volte non è sufficiente ma esistono dei prodotti appositi per attenuare perlomeno la loro colorazione iniziale.
Se hai allattato a lungo e hai sempre avuto un seno abbondante, potresti notare dopo l’allattamento un seno cadente. Non è una situazione irreversibile: con il costante esercizio fisico può ritornare tonico come prima. Ricordati però di adoperare sempre un reggiseno sportivo contenitivo per non peggiorare la situazione per evitare di creare micro traumi al seno che ancora non è ritornato alla sua forma e tonicità originale.

I cambiamenti del corpo quando si smette di allattare

La fase della gravidanza è molto impegnativa e dopo il parto ci guardiamo allo specchio sempre titubanti. Non bisogna preoccuparsi più del dovuto perché dopo l’allattamento molte cose tornano a posto da sole quasi senza rendersene conto. Se hai preso qualche chilo di troppo ti basterà seguire una dieta più equilibrata e magari uscire spesso a fare lunghe passeggiate con in tuo bambino nella carrozzina per ritrovare la giusta tonicità e forma fisica. Se invece hai perso peso con l’allattamento cerca di riposare di più, idratati bevendo molta acqua e mangia in modo corretto. È naturale avere muscoli rilassati a pochi mesi dal parto ma vedrai che quando tuo figlio inizierà a gattonare e dovrai sempre corrergli dietro, recupererai la tonicità in tempi assai brevi.
Perdere i capelli dopo l’allattamento accade quasi a tutte le donne. Durante la gravidanza crescono folti a causa degli ormoni prodotti dal corpo. Dopo il parto e la repentina caduta degli ormoni, inizieranno a cadere ma non preoccuparti. È un fenomeno temporaneo che si arresta non appena la situazione ormonale si riequilibra.
Se spesso ti senti stanca e fai fatica a fare tutto, potrebbe essere un problema non solo collegato ai nuovi impegni da mamma. La carenza di ferro e di vitamine può avere questi effetti. Consulta il tuo medico che potrebbe prescriverti le analisi del sangue per verificare non sia in corso un’importante anemia.

Cose da fare per rimettersi in forma quando si smette di allattare

Con il termine dell’allattamento puoi metterti a dieta per iniziare a perdere qualche chilo di troppo o seguire un’alimentazione detox per riequilibrare mente e corpo. Non dimenticare di praticare attività fisica per tonficare i muscoli messi a dura prova dalla gravidanza. Se hai notato accumuli di cellulite che prima non avevi, puoi tornare a usare creme anticellulite specifiche dopo il termine dell’allattamento.

Melissa Viri