Chi desidera una gravidanza o ha paura di essere rimasta incinta, magari perché ha dimenticato la somministrazione della pillola, per fugare ogni dubbio sull’avvenuta fecondazione può eseguire un test di gravidanza.

È bene sottolineare che nel caso in cui si assuma la pillola, ad esempio la pillola Klaira, e il test risulti positivo, molto probabilmente vi sono stati errori di assunzione. Nel caso di assunzione regolare invece non c’è da preoccuparsi per ritardi nel ciclo, che possono essere dovuti proprio alla pillola, sarebbe però opportuno parlarne sempre con il medico.

Le tecniche per scoprire se si è incinta sono molte, dai metodi della nonna, al fai da te, da comprare in farmacia o al supermercato, fino al più attendibile esame test di gravidanza in laboratorio. Ecco quindi i principali tipi di test di gravidanza.

Test di gravidanza “della nonna”

Come facevano le nostre nonne a capire se erano incinte? La maggior parte delle donne si sposava in età precoce, quando la fertilità era elevata, e quindi bastavano i pochi, più comuni, sintomi della gravidanza, come un ritardo nel ciclo, nausea e vomito, a far subito capire che era in arrivo la cicogna.

Le donne iniziarono a mettere a punto qualche test di gravidanza fai da te e il più famoso era il test olio ed urine. Consisteva nel mescolare qualche goccia di olio con qualche goccia di urina, se queste si mischiavano c’era una gravidanza, in caso contrario l’esito del test era negativo. Sull’attendibilità di questo test naturale ovviamente ci sono molti dubbi.

Test di gravidanza beta hcg

Dal punto di vista storico è il primo test basato su principi scientifici e nasce nel 1968. Inizialmente per avere i risultati era necessario attendere 2 ore, oggi i tempi sono ridotti: bastano 2 minuti, si ha quindi un risultato immediato.

Il test di gravidanza beta hcg è anche conosciuto come test di gravidanza gonadotropina corionica urinaria perché misura il livello di questo ormone che altro non è se non il primo abbozzo di placenta, essenziale per l’inizio di una gravidanza. La misurazione avviene grazie alla presenza di un biosensore che rileva la presenza di quest’ormone attraverso reazioni chimiche.

Quando è meglio farlo?

Per questa tipologia di test è necessario attendere che sia trascorso qualche giorno da quello in cui si attendevano le mestruazioni, eseguire il test di gravidanza dopo cinque giorni è preferibile. In alcuni casi vi sono test particolarmente sensibili che possono essere fatti anche qualche giorno prima del ciclo atteso. Per eseguirlo al meglio è bene seguire le istruzioni del bugiardino. Non esiste un orario migliore per eseguirlo, quindi può essere fatto indistintamente al mattino, pomeriggio o nelle ore serali.

Come si usa?

In linea di massima si può dire che il test di gravidanza in casa deve essere eseguito prelevando delle urine con un contenitore sterile ed immergendo per breve tempo lo stick contenuto nel kit test di gravidanza. A questo punto occorre attendere un tempo minimo indicato sulla confezione e, alla scadenza, leggere la risposta. Questa dipende da quale si usa, solitamente la zona di controllo cambia colore, nella maggior parte dei casi se positivo si ha il test di gravidanza rosa.

Attendibilità

L’attendibilità di questo test di gravidanza casalingo è del 99%, solo in caso di assunzioni di farmaci particolari, come alcuni neurolettici vi può essere un risultato di test di gravidanza falso positivo. Molto più frequente, invece, un test falso negativo, questo può essere dovuto ad un test eseguito troppo presto ed è quindi consigliato ripeterlo anche il giorno dopo. Un falso negativo vi può essere anche in presenza di sangue nelle urine, oppure in caso di contaminazione del contenitore. In questi casi dopo un po’ di giorni si può ripetere l’esame, ma non usando un test di gravidanza già usato. Il primo mese possono essere comunque presenti le mestruazioni, ma nonostante questo non deve essere eseguito durante il ciclo perché darebbe un risultato sbagliato.

Il risultato può essere falsato anche nel caso di test di gravidanza scaduto.

Quanto costa e quale scegliere?

Il costo dipende dalle marche, mentre è indifferente se viene comprato in farmacia, parafarmacia o supermercato e varia da 7 a 20 euro. Le marche disponibili in commercio sono davvero tante e in alcune città è possibile anche trovare macchinette che distribuiscono test di gravidanza.

Quale comprare? La maggior parte dei test in commercio è affidabile e i prezzi sono simili, ecco qualche consiglio con relative piccole differenze. Un test di gravidanza precoce, da eseguire anche il giorno in cui si attendevano le mestruazioni, è il test Baxen, che si trova anche in confezione doppia. Il prezzo oscilla dai 15 ai 20 euro per la confezione da due. Molto simile è il test di gravidanza Bergamon. Particolarmente pratico è il test Pic, che ha un tampone largo per renderlo più semplice da usare.

Per un test di gravidanza sensibile è possibile anche affidarsi ad un marchio storico e comprare il test DR. Marcus che ha una finestra di lettura molto pratica e semplice da usare. Tra le possibilità di scelta vi è anche il test di gravidanza GIMA. I test di gravidanza meno costosi sono probabilmente i Wond-fo della Kondom. Nonostante questo sono molto affidabili, ma il risultato deve essere letti entro 5 minuti.

Il consiglio nel caso in cui si abbia difficoltà di lettura di un test è di usare per un test di controllo un test di una marca diversa.

Dove si acquista?

Dove comprarlo se si vuole evitare di farlo sapere? Per chi vuole discrezione è possibile comprare i test di gravidanza anche su siti on-line che si occupano di parafarmacia, basta digitare su Google “test di gravidanza Tigotà” per avere una vasta gamma di scelta tra i test di gravidanza veloci.

Nel caso in cui si voglia fare un test di gravidanza gratis è possibile rivolgersi ad un consultorio, dove con discrezione si viene assistite e si possono trovare rimedi nel caso di gravidanza indesiderata. Test di gravidanza on-line gratis, invece, si possono trovare sui siti che mettono a disposizione campioni omaggio, ma non è detto che siano sempre disponibili ed è comunque necessario attendere che siano spediti.

Sono semplici dispositivi medici che non necessitano di prescrizione e possono essere venduti anche a minorenni.

Test di gravidanza ospedaliero

Questa tipologia è particolarmente indicata per chi pensa di aver avuto un rapporto a rischio e quindi vuole sapere subito se è incinta: non è necessario attendere un ritardo del ciclo.

Quanto dopo il rapporto può essere eseguito? Questo test può essere eseguito già 8 giorni dopo il concepimento, oppure se si sospetta il concepimento dopo il periodo fertile. Per eseguirlo basta fare un piccolo prelievo di sangue, bisogna farlo al mattino perché i laboratori al pomeriggio non eseguono prelievi. Non occorre essere a digiuno. Questo test misura il livello di gonadotropina corionica presente nel sangue.

Anche questo test di gravidanza può essere invalido, con falsi positivi, in caso di tumore a polmone, fegato, pancreas e ovaie. In questo caso si ha un test di gravidanza con risultato non valido. In laboratorio è possibile eseguire anche il test di gravidanza gravindex, senza prelievo di sangue, ma con le prime urine del mattino. Il vantaggio rispetto a quelli comprati in farmacia è che si può eseguire anche prima del ritardo del ciclo.

Test di gravidanza digitale

I test di gravidanza visti finora sono attendibili, ma possono dare difficoltà di interpretazione. È possibile ad esempio avere un risultato del test di gravidanza ghost line, cioè con linea colorata appena percettibile, che può creare confusione.

Per avere un metodo sicuro è possibile scegliere un test di gravidanza Clearblue, si tratta di un sistema digitale in cui sarà possibile leggere sul display “incinta”, “non incinta”, senza attendere nessuna linea colorata. I vantaggi non finiscono qui perché il test indica anche da quanto tempo si è incinte.

Quanto tempo prima può essere fatto? Ecco un altro vantaggio di questo sistema: può rilevare una gravidanza anche 5 volte prima rispetto al periodo in cui si attendono le mestruazioni. Per Clearblue devono essere usate le prime urine del mattino per avere una maggiore concentrazione di hcg urine.

Come funziona? Basta togliere il tappo blu dal dispositivo e posizionare la linguetta sotto il flusso delle urine, in alternativa raccogliere le urine in un contenitore sterile e immergerlo per 20 secondi. A questo punto si può riposizionare il tappo blu ed è necessario appoggiare su di una superfice il test: l’importante è che la punta assorbente non sia rivolta in alto. Una clessidra inizierà a lampeggiare, dopo circa 3 minuti il risultato sarà visibile.

Il prezzo del test di gravidanza Clearbluue dipende dal formato della confezione, infatti è possibile trovarlo a partire da 6 euro. Nella confezione è presente anche un secondo stick, di conseguenza si tratta di un test di gravidanza riutilizzabile.

Novità

Tra le novità che attendono i futuri genitori c’è il test di gravidanza futuro, che in realtà è già commercializzato in America, si tratta di una pennetta USB alla cui estremità è presente un tampone. Su questo deve essere applicata l’urina. A questo punto si inserisce l’estremità USB nel computer e un software legge il risultato.

Per chi fosse interessato, il test di gravidanza online è già disponibile, sia per Windows, sia per Mac. Si tratta di un test di gravidanza riutilizzabile visto che nella confezione si trovano 20 tamponi e possono essere acquistati anche senza riacquistare il dispositivo.

Test di ovulazione

Erroneamente si parla di test di gravidanza Ogino Knauss, in realtà, il test di ovulazione, è un metodo per calcolare i giorni fertili della donna.

Si tratta di un calcolatore che, partendo dal periodo dell’ultima mestruazione, indica i giorni del mese nei quali vi è più probabilità di restare incinta. Questo metodo può essere usato sia da chi cerca una gravidanza, sia da chi vuole evitarla. Non è affidabile al 100%, ma l’attendibilità migliora quando si hanno cicli molto regolari.

Simili per funzionamento sono i test di gravidanza canadesi. Si tratta di un metodo per prevedere l’ovulazione, adatto soprattutto alle donne che hanno cicli irregolari, in modo da programmare una gravidanza attraverso l’analisi del muco cervicale o monitorando la temperatura basale. Come si fa? Lo stick è molto semplice da usare perché rileva all’interno delle urine la presenza dell’ormone LH che a sua volta indica il rilascio della cellula uovo. Quando sullo stick compaiono due linee colorate il periodo è fertile, la prima linea è di controllo e deve comparire sempre. Se il risultato è un test di gravidanza bianco, vuol dire che non vi è stata alcuna reazione, di conseguenza lo stick era danneggiato o è stato usato male. In questo caso si tratta di un test di gravidanza non valido ed è necessario ripeterlo.

Questo test è anche conosciuto con il nome di test di gravidanza one step e il costo è irrisorio perché una confezione con 15 test può costare anche solo 6 euro.

Test di gravidanza in casi particolari

Molte si chiedono quando fare un test di gravidanza dopo transfer, cioè dopo una procedura di inseminazione di embrioni. In questi casi molto dipende dal tipo di intervento eseguito, ma in linea di massima i test di gravidanza tradizionali non sono attendibili, meglio ascoltare le indicazioni mediche e fare il test in ospedale.

Un altro caso particolare è quello in cui si eseguono due test di gravidanza: uno positivo ed uno negativo. Anche questo caso è frequente perché in queste fase gli aborti spontanei sono molto frequenti e spesso neanche ci si accorge di aver abortito. Di conseguenza si può avere questo doppio risultato a breve distanza di tempo.

Un dubbio frequente riguarda l’attendibilità dei risultati quando si allatta. Il test di gravidanza in allattamento, invece, funziona e i risultati di conseguenza sono attendibili, ciò perché gli ormoni coinvolti sono diversi: prolattina per l’allattamento e gonadotropina per la gravidanza.

Cosa fare in seguito ad un test di gravidanza positivo

Se si assumono farmaci è necessario sospendere il prima possibile. Nel caso in cui si assuma il Keppra e il test di gravidanza è positivo, è necessario prima chiamare il medico perché, trattandosi di un farmaco per l’epilessia, è opportuno seguire indicazioni precise su come comportarsi. In ogni caso è necessario recarsi dal medico per un piano di analisi utili a preservare la salute della gestante e del nascituro, ad esempio eseguendo un test di Kunz. Se non vi è particolare urgenza prima di recarsi dal medico può essere utile rifare un test di gravidanza dopo una settimana, in modo che i livelli di hcg sono più affidabili.

Costanza Gori