Gli inestetismi cutanei possono essere molto fastidiosi e incidere anche sulla qualità della vita, soprattutto quando colpiscono il viso. Tra i problemi della pelle che possono manifestarsi sul volto, anche la couperose, che si presenta con macchie rossastre. Ne sono interessate soprattutto le donne ma non è raro che questo inestetismo colpisca anche gli uomini. Come affrontarla e risolvere il problema? Ecco le creme e i rimedi naturali per contrastare la couperose.

Couperose: cos’è

Tipica delle pelli molto secche, chiare e fragili, la couperose è una lesione cutanea causata dalla dilatazione dei capillari. Si presenta con chiazze rossastre che compaiono sul viso, generalmente sulle guance, sul naso, sulla fronte e sul mento. Pelle molto sensibile e infiammazione dei capillari sono i fattori scatenanti: dunque, chi presenta entrambe le condizioni è molto più soggetto all’insorgenza di questo ed eventuali altri disturbi cutanei.

Sbaglia però chi crede che la couperose sia solo un problema estetico: se non trattata, può infatti peggiorare fino a evolvere in rosacea, una vera e propria patologia della pelle.

Le cause e i sintomi

Alla base della comparsa della couperose vi è la fragilità dei capillari del volto. Quando questi sono poco elastici e deboli, non riescono a trattenere il sangue che vi circola e che, così, si accumula in più punti. Ciò causa delle piccole lesioni che sono visibili attraverso la pelle, soprattutto quando anche essa è particolarmente fragile e delicata. Il risultato è la comparsa di arrossamento e macchie rossastre o violacee sul volto. L’inestetismo è spesso accompagnato anche da altri sintomi specifici come vampate di calore e pizzicore sulle zone interessate.

A incidere sulla fragilità capillare può essere una predisposizione genetica, ma a volte contribuiscono a questa condizione anche le cattive abitudini alimentari, uno scorretto stile di vita e l’abuso di alcolici e del fumo di sigaretta. Non solo: anche repentini sbalzi termici, cosmetici troppo aggressivi ed eccessiva esposizione ai raggi solari (responsabile anche di un’eventuale insolazione) possono diventare fattori scatenanti.

Couperose: quali creme scegliere

In commercio esistono diversi prodotti, soprattutto sotto forma di creme, adatti a contrastare la couperose, specifici per pelli sensibili e delicate. Si tratta dei dermocosmetici generalmente a base di essenze naturali che svolgono, ad esempio, un’azione lenitiva, come le creme viso a base di estratti di camomilla o calendula.

Per ottenere un effetto calmante in presenza dell’infiammazione, poi, risulta particolarmente indicato l’olio essenziale di rosa che svolge inoltre un’azione astringente e tonificante. Hanno proprietà decongestionanti e anti-arrossamento anche l’olio di rosa mosqueta, e l’olio di borragine, indicati proprio per le pelli sensibili. Assicurano un’ottima protezione dei capillari, i prodotti a base di piante officinali come il ginkgo biloba, il rusco e la vite rossa. Tutti questi prodotti aumentano la loro efficacia se contengono anche filtri UV, che proteggono dai raggi solari, e se sono privi di profumo.

I rimedi naturali

Per quanto efficaci, i trattamenti cosmetici non sono sufficienti a far scomparire la couperose che richiede interventi anche sullo stile di vita e soprattutto sull’alimentazione. Innanzitutto, è consigliabile seguire una dieta sana ed equilibrata che prevede cibi ricchi di vitamina C e frutti e verdure di colore rosso, che aiutano a proteggere i capillari.

Da evitare, invece, le bevande molto calde, gli alcolici e il caffè, che potrebbero contribuire ad acuire il problema. Anche smettere di fumare potrebbe essere d’aiuto: è noto che il fumo di sigaretta, tra l’altro, è dannoso anche per la circolazione.

Se si soffre di couperose è opportuno, inoltre, proteggere la pelle dai raggi ultravioletti, utilizzando delle specifiche creme solari durante l’esposizione, soprattutto d’estate, prevenendo così anche anche eventuali scottature.

Francesca Caiazzo