HomeSaluteI 10 sintomi della menopausa: disturbi e rimedi

I 10 sintomi della menopausa: disturbi e rimedi

-

La menopausa non è una malattia. Più semplicemente, è un passaggio naturale nella vita di ogni donna. Il termine fa riferimento alla fine del ciclo mestruale e della vita riproduttiva.

Una donna, infatti, viene definita in menopausa quando sono trascorsi 12 mesi dall’ultima mestruazione. L’evento biologico alla base della menopausa è il forte calo nella produzione, da parte delle ovaie, di estrogeni e progesterone, i due ormoni sessuali femminili.

donna di 50 anni che prova vestiti

A quanti anni si va in menopausa?

L’età in cui la maggior parte delle donne italiane entra in menopausa è verso i 50 anni, con delle oscillazioni. Si definisce menopausa fisiologica quella che avviene tra i 48 e i 52 anni. È precoce se si verifica prima dei 47 anni e tardiva quando si presenta dopo i 52 anni di età.

Ciò che preoccupa di più le donne sono i disturbi e i disagi legati a questo momento di passaggio. I sintomi si manifestano gradualmente, ma possono essere avvertiti già 6-8 anni prima dell’ultima mestruazione. L’importante, va subito detto, è consultare uno specialista qualificato in grado di fornire le indicazioni giuste per affrontare al meglio questa nuova fase della vita. Scopriamo adesso quali sono i principali sintomi della menopausa a 50 anni.

Sintomi della menopausa: le vampate di calore

Le vampate di calore sono generate da una vasodilatazione eccessiva. All’improvviso, una sensazione improvvisa di calore si diffonde dal petto e raggiunge il collo e il viso, sia di giorno che durante la notte, con un aumento della temperatura di 2-3°C. Anche i brividi, che a volte arrivano dopo, fanno parte di questo fastidioso fenomeno. Come prevenirlo? Spesso si ricorre – come alternativa alla TOS (Terapia Ormonale Sostitutiva) – ai rimedi naturali. Ad esempio, la genisteina e la daidezeina, gli isoflavoni della soia e del trifoglio rosso e i lignani presenti nell’estratto di olio di semi di lino sono ampiamente conosciuti come estrogeni naturali. La loro efficacia, tuttavia, varia da donna a donna.

Menopausa e tiroide: i sintomi

L’aumento di peso

L’aumento del peso in menopausa è legato alle fluttuazioni ormonali. Tutto ciò si traduce in alterazioni del metabolismo e l’organismo, di conseguenza, tende a bruciare meno calorie. Uno stile di vita sano, in questo caso, è più che mai necessario. L’ideale, per iniziare, sarebbe consumare meno alcolici e smettere di fumare. Un bravo medico, poi, saprà suggerirti una dieta sana ed equilibrata, da abbinare ad una moderata, ma costante, attività fisica.

Gli sbalzi d’umore

La menopausa può impattare anche sul benessere emotivo. Presta attenzione alle emozioni che provi durante la giornata: potresti innervosirti con facilità con figli e colleghi, scoppiare improvvisamente in lacrime o non riuscire più a far fronte alle attività quotidiane come eri solita fare prima. Il consiglio è di praticare attività rilassanti come yoga, pilates o meditazione. Non dimenticare l’alimentazione sana (frutta e verdura, Omega-3, tisane a base di estratti naturali, ecc.) e adotta una routine serale che ti consenta di dormire 7-8 ore per notte.

Secchezza vaginale

La secchezza vaginale può manifestarsi con prurito, bruciore, dolore o lievi sanguinamenti durante i rapporti sessuali. È un disturbo fisico che può avere ripercussioni negative sull’intimità. Inoltre, la secchezza vaginale potrebbe rappresentare l’inizio di vaginite atrofica, oggi nota come sindrome genito-urinaria della menopausa. Condividere il problema con il proprio partner e rivolgersi ad un medico esperto è fondamentale. Gel e creme, lubrificanti e idratanti, possono rappresentare un valido aiuto.

Sintomi della menopausa: il ciclo irregolare

Tra i segnali che qualcosa sta cambiando nel tuo corpo c’è l’irregolarità del ciclo mestruale. Può diventare più abbondante, saltare alcuni mesi, tornare più spesso lasciando meno di 25 giorni tra una mestruazione e l’altra. Tutto ciò è normale e può durare anche diversi anni, fino a quando le ovaie cesseranno definitivamente la loro produzione ormonale. Ricorda che, anche in questa fase, sei ancora fertile. Quindi, anche se la probabilità di avere un figlio è bassa, dovrai comunque fare attenzione.

I dolori alle articolazioni

Con l’arrivo della menopausa i muscoli possono perdere elasticità e potresti iniziare ad avvertire dolori alle articolazioni in maniera diffusa. Anche in questo caso, il disagio è da imputare ai cambiamenti ormonali: gli estrogeni, infatti, modulano la risposta infiammatoria e gestiscono la percezione del dolore. Per prevenire i dolori alle articolazioni, fai il pieno di sostanze funzionali come calcio, vitamina D, collagene, Omega-3. Per quanto riguarda l’attività fisica, alterna esercizi aerobici a esercizi tonificanti. Rinforza i muscoli addominali, dorsali e lombari, per sostenere la colonna vertebrale. Prediligi attività come camminata, jogging e bicicletta.

Sintomi della menopausa: problemi alle ossa

La carenza di calcio, più frequente durante la menopausa, comporta il rischio di incorrere in disturbi come l’osteoporosi. Questa patologia è in grado di rendere le ossa più fragili e maggiormente soggette a fratture. Il medico ti indicherà come assumere più calcio (alimenti, integratori) e prescriverà gli esami necessari per capire se l’origine dei problemi alle ossa è realmente collegato alla menopausa o se è il sintomo di un’altra patologia.

La caduta dei capelli

La perdita graduale di estrogeni e progesterone ha conseguenze poco piacevoli anche sulla salute di pelle e capelli. I capelli, ad esempio, diventano più opachi, si indeboliscono e tendono a cadere. Oltre ai cambiamenti ormonali, ci sono altri fattori da tenere sotto controllo: stress, fumo, alimentazione poco bilanciata, scarsa idratazione, vita sedentaria, utilizzo di cosmetici non adatti alle proprie esigenze.

Perdita di memoria

Con l’arrivo della menopausa inizia una progressiva diminuzione della memoria. Attività come parole crociate, sudoku e scacchi, ma anche la lettura e la scrittura costituiscono un’ottima ginnastica mentale da praticare in qualsiasi momento. Senza dimenticare l’importanza dello sport, che stimola la neurogenesi cerebrale e può portare benefici all’ippocampo, una parte del cervello che svolge un ruolo importante nella memoria a lungo termine.

Disturbi urinari

Incontinenza, piccole perdite e disturbi urinari sono piuttosto comuni durante la menopausa. Per prevenire questi fastidi puoi adottare diversi accorgimenti: moderare il consumo di caffè e alcolici; fare esercizi specifici per rafforzare il pavimento pelvico; nel mangiare la frutta, scegli mirtilli e altri frutti di bosco, ricchi di vitamina C per rinforzare le vie urinarie.