La costipazione, o stipisi, è un problema frequente, spesso non denota alcuna particolare patologia e semplicemente è il risultato di cattive abitudini alimentari, stress, poca attività fisica. In tutti questi casi la soluzione da preferire sono i lassativi naturali, veri e propri doni della natura che permettono di stare subito meglio grazie alle loro proprietà naturali.

Stipsi: ad ognuno i suoi ritmi

E’ da premettere che il numero di evacuazioni varia da persona e persona e se per la maggioranza la frequenza è giornaliera, per altri invece intercorre un maggior termine tra un’evacuazione e l’altra senza che questo crei particolari problemi. Dal punto di vista medico si ritiene che la persona sia nella norma se evacua da un minimo di una volta ogni tre giorni ad un massimo di tre volte al giorno, fuori da questi schemi sarebbe opportuno parlarne con il proprio medico curante per la prescrizione di esami specifici e la valutazione sul singolo paziente. La stipsi è un disturbo che porta gonfiore addominale, difficoltà a defecare e un senso di malessere generale, ecco perché è bene in caso di difficoltà far riferimento a lassativi naturali. Eccone alcuni.

Lassativi naturali: ecco i migliori

Il primo lassativo naturale da prendere in considerazione è decisamente salutare ed economico. Si tratta dell’acqua. Tutti dovrebbero bere almeno due litri di acqua al giorno, ma spesso si dimentica perché non viene lo stimolo della sete o si trascura questo prezioso elemento che mantiene in salute il nostro corpo grazie alle sue proprietà depurative. Quali le proprietà lassative dell’acqua? Semplice: ammorbidisce le feci e quindi ne rende più facile l’espulsione, inoltre, favorisce i movimenti peristaltici dell’intestino. Per aumentare le proprietà lassative dell’acqua è consigliato bere soprattutto nelle prime ore del mattino.

Frutta ad effetto lassativo

Frutta e verdura essendo ricche di acqua e vitamine, favoriscono quindi il transito intestinale e proprio per questo non dovrebbero mai mancare nell’alimentazione quotidiana e i nutrizionisti consigliano di assumere almeno 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura, preferibilmente crude. Alcuni frutti però hanno un effetto lassativo “potenziato”.
Un potente lassativo naturale, praticamente senza controindicazione alcuna, è il kiwi. Per aumentare l’effetto di questo frutto è consigliato mangiarlo quando è molto maturo e per favorire la maturazione è possibile chiuderlo in un sacchetto con delle mele da tenere al caldo per qualche giorno, l’etilene rilasciato dalle mele favorirà la maturazione. E’ consigliato mangiare due kiwi al mattino a colazione, oppure la sera prima di coricarsi e in pochi giorni l’intestino ricomincerà ad essere regolare. L’effetto è assicurato dall’alto contenuto di fibre di questo frutto, da non sottovalutare neanche l’apporto di sali minerali, acido folico e acido proteico che fanno di questo frutto una vera e propria fonte di salute e bellezza grazie anche alle proprietà diuretiche.

Un frutto ad effetto lassativo è il fico d’India, certo non facile da trovare al supermercato in tutte le stagioni dell’anno, ma comunque mantiene i poteri lassativi anche se mangiato in forma essiccata. Sono due le funzioni svolte dai fichi d’India perché mentre la polpa è ricca di mucillagini che favoriscono il transito intestinale, i semi hanno la capacità di ripulire l’intestino. In questo caso è bene non esagerare e mangiarne uno al giorno, altrimenti si potrebbe avere effetto contrario.

Le proprietà lassative delle prugne sono conosciute da sempre. Anche in questo caso possono essere mangiate secche o fresche o addirittura comprare il succo di prugna. Le prugne oltre ad avere effetti benefici in breve tempo contro la stitichezza grazie all’alto contenuto di fibre, sono anche un valido aiuto contro il colesterolo, hanno effetto preventivo verso patologie cardiovascolari e la comunità scientifica riconosce anche un potere antitumorale.

Benefici con la classica mela o pera, anch’essa ricca di fibra aiuta la motilità intestinale. Tra le verdure che favoriscono il transito intestinale vi sono le bietole, ma anche zucchine, cavoli, cavolfiore e lattuga grazie al loro elevato contenuto di fibra.

Non solo frutta fresca o essiccata, ma anche la frutta secca ed in particolare le mandorle, o semplicemente l’olio di mandorle ad uso alimentare. La frutta secca è un lassativo naturale per due motivi: il primo è legato alla ricchezza di fibre, il secondo, invece, al contenuto di olio, di origine vegetale e quindi non dannoso alla salute, che ha un potere emolliente sulle feci e quindi ne facilita l’espulsione. Mandorle e noci sono, inoltre, ricche di calcio e di omega3, proprio per questo è consigliato l’uso, moderato, ma quotidiano.

Fibre e cereali per combattere la stipsi

Si è parlato di fibre utili all’evacuazione, per completezza è bene sottolineare anche l’alto contenuto di fibre dei cereali. Il modo in cui mangiarli è di sicuro variegato, dai fiocchi utili da aggiungere al latte o allo yogurt a colazione, al pane integrale, fette biscottate, pasta e riso integrali. Meglio evitare l’uso di pane bianco e pasta bianca in quanto l’apporto di fibra pè molto ridotto.

Semi di lino: ecco un altro rimedio naturale per sconfiggere la stitichezza. Si tratta di veri e propri semi acquistabili in erboristeria, devono essere ingeriti due cucchiai al giorno e subito dopo occorre bere un bicchiere di acqua tiepida o a temperatura naturale, l’effetto è quello di formare delle mucillagini che hanno una funzione emolliente nei confronti delle pareti dell’intestino.
Fonte di fibre utilissime in caso di stitichezza e quindi ad effetto lassativo sono anche i legumi.

Zuccheri che hanno effetto lassativo

Questa probabilmente risulterà essere una novità, ma tra i rimedi naturali che possono aiutare a superare problemi di stitichezza, vi sono gli zuccheri, o meglio alcuni zuccheri che hanno effetti osmotici, cioè catturano l’acqua a livello intestinale.
Tra i rimedi naturali per combattere la stitichezza vi è la liquirizia che grazie alla presenza di mannite o mannitolo. Si tratta di uno zucchero naturale in grado di attirare l’acqua nel colon e quindi rendere le feci più morbide ed aumentandone il volume e facilitando la defecazione.
Effetto lassativo anche per il sorbitolo contenuto nelle caramelle e gomme sugar free, o dietetiche. Anche in questo caso l’effetto è quello descritto per la liquirizia.
E’ bene però sottolineare che è bene usare questo metodo in modo sporadico e non eccessivo perché potrebbe creare problemi ai reni, quindi va bene al posto dei farmaci lassativi di tanto in tanto, ma senza esagerazioni.

Fermenti lattici vivi

Ecco un altro lassativo naturale: i fermenti lattici vivi di cui tanto di sente parlare e di cui si elogiano le proprietà benefiche per l’intestino. Questi sono responsabili della regolarità intestinale e sono contenuti in yogurt e latte, in alcuni casi opportunamente arricchiti. Oltre a regolarizzare la flora batterica intestinale sono utili anche a rafforzare il sistema immunitario.

Fitness

Effetto lassativo naturale anche per il fitness. La sedentarietà impigrisce tutto l’organismo e di conseguenza anche l’intestino, inoltre, fare movimento anche di moderata entità come semplici passeggiate favorisce la motilità intestinale e quindi ha un effetto lassativo.

Redazione UnaDonnaSana