La pancia gonfia è un problema molto comune che coinvolge un gran numero di persone essendo scatenato da numerosi fattori di origine diversa. In primis, si riconoscono abitudini alimentari e dietetiche errate, ma non vanno dimenticati anche i problemi conseguenti a lievi disturbi del tratto gastroenterico. Capirne la causa aiuta a stabilire la gravità del problema e a richiedere, eventualmente, l’intervento di un medico specialista. In molti casi, però, la problematica di base può essere risolta con rimedi semplici.

Pancia gonfia: le cause

Tra le principali cause che portano al gonfiore addominale si possono annoverare cattiva alimentazione, abuso di alcol, ma anche ansia e raccolta d’aria nei vari tratti dell’intestino per vari tipi di disturbi, tra cui classica è la colite. È possibile riscontrare anche dolore alle ovaie e pancia gonfia, solitamente in corrispondenza del ciclo mestruale per le donne. Se la base del problema è rappresentata da una cattiva gestione alimentare, una dieta per la pancia gonfia risulterà sufficiente a ripristinare uno stato di salute ottimale. Anche l’assunzione di fiale di Enterogermina per la pancia gonfia, possono essere di grande aiuto quando vi è una disbiosi intestinale.

Il gonfiore alla pancia potrebbe, in alcune situazioni, essere l’esito di una prima fase di gravidanza, oppure anche essere la conseguenza di alcuni dispositivi contraccettivi: diverse donne, infatti, hanno lamentato pancia gonfia con l’uso di Jaydess. Non va inoltre dimenticato che l’assunzione di alcuni integratori o alimenti può portare a questo problema: Kilocal e Kamut a volte portano a pancia gonfia.

I sintomi legati alla pancia gonfia

Il principale sintomo che si instaura è una tensione addominale, mal di pancia, mal di schiena e sensazione di pancia dura, con distensione maggiore localizzata su un lato: pancia gonfia a destra, pancia gonfia a sinistra, o pancia gonfia sul basso ventre. La localizzazione del gonfiore dà importanti indicazioni su quella che potrebbe essere la causa. Nelle donne, anche la menopausa provoca pancia gonfia, così come si può avere pancia gonfia durante il ciclo. Qualche persona lamenta pancia gonfia al mattino e pancia gonfia anche se mangia poco o pancia gonfia appena si mangia: in queste situazioni è molto probabile che vi sia una difficoltà digestiva da valutare con il proprio medico. Non vanno poi dimenticate cause diverse e temporanee, come la pancia gonfia da birra i cui rimedi sono rappresentati da una riduzione del suo consumo o un’assunzione a piccoli sorsi. Anche molti cultori del fitness lamentano pancia gonfia nel bodybuilding, ma per cause molto diverse da quelle viste finora.
Le donne mostrano più cause di pancia gonfia, per il ciclo mestruale e per tutti gli squilibri ormonali potenziali ad essa collegati.

Pancia gonfia nelle donne

Le cause possibili di pancia gonfia sono numerose e spesso le pazienti affette da questo disturbo si spaventano per una pancia gonfia come un pallone, cercando i rimedi più rapidi.
Può verificarsi una pancia gonfia da cistite o da colite, associata a diarrea, ma anche una pancia gonfia da dieta, soprattutto da dieta zona. Cosa fare di fronte alla pancia gonfia?
Per individuare il tipo di rimedio immediato per la pancia gonfia più consono alla situazione, bisogna anche individuarne la causa; bisogna innanzitutto fare una distinzione tra uomo e donna, perché quest’ultima è senz’altro più soggetta al disturbo per via del ciclo mestruale. Le donne, infatti possono manifestare pancia gonfia in: gravidanza, menopausa, ovulazione, dopo un cesareo, con l’assunzione di Klaira, dopo il parto, dopo laparoscopia ginecologica, dopo un rapporto, per un ovaio policistico, per il ciclo ecc. Molte infatti hanno paura di essere incinta, non considerando che la pillola anticoncezionale, ad esempio, può portare anch’essa a pancia gonfia. Gli ormoni femminili possono essere causa di pancia gonfia in ovulazione, in menopausa, in premenopausa, o prima del ciclo, ma anche nei primi giorni di gravidanza quando il test risulta negativo. Le donne in gravidanza, invece, possono manifestare pancia gonfia per difficoltà digestive dovuto allo schiacciamento dello stomaco compresso dal feto in crescita, soprattutto verso l’ottava settimana di gravidanza. Infine, le donne possono manifestare ritardo del ciclo con perdite bianche e pancia gonfia in situazioni di squilibri ormonali o infezioni.

Pancia gonfia: cause e rimedi

Molto comune è il sintomo della pancia gonfia dopo i pasti o della pancia gonfia dopo mangiato; in particolare i pazienti riferiscono pancia gonfia e dura dopo mangiato, con crampi, diarrea, addome dolorante, o dolore e flatulenza, nausea e rutti.
La pancia gonfia e i dolori si associano sempre ad una pancia gonfia e dura per distensione eccessiva, con alternanza tra stitichezza e feci molli.
Tra le possibili cause di pancia gonfia non vanno dimenticate anche situazioni gravi che richiedono necessariamente indagini mediche specialistiche. Tra esse si annovera la pancia gonfia per problemi alla tiroide, per tumore, in particolare tumore al colon, tumore al fegato, tumore alle ovaie e patologie all’utero, come l’utero fibromatoso. Nel caso di cistite, accanto al sintomo della pancia gonfia si ha il bisogno di urinare spesso. La pancia gonfia può presentarsi sempre verso sera nella zona bassa, nella zona dell’ombelico o nella zona delle ovaie: in questi casi è opportuno richiedere una visita medica. Anche il vomito può essere un sintomo associato alla pancia gonfia e verificarsi con senso di gonfiore ma pancia piatta. Ma perché la pancia è sempre gonfia, a volte anche senza una causa apparente? Può non essere nulla di grave ed essere solo sintomi della stanchezza, della stitichezza e dello stress, manifestati sotto forma di stomaco e pancia gonfia.

Alimentazione e pancia gonfia

Uno dei principali motivi della pancia gonfia subito dopo mangiato può essere un’intolleranza alimentare che determina gonfiore addominale, pancia gonfia piena di aria, meteorismo e nausea anche mangiando poco. In questi casi si assiste ad un’alternanza di stitichezza e diarrea perché l’intestino non è in grado di assorbire e metabolizzare adeguatamente tutti i principi nutritivi ingeriti. Alla base di questo disturbo con pancia gonfia quando si mangia, quando si ha fame e con qualsiasi cosa si mangi, può esserci un forte stato di stress.
Ma quale medico contattare per verificare un’eventuale intolleranza alimentare? Si può fissare una visita di base con il proprio medico di famiglia, che a sua volta invierà la richiesta ad un gastroenterologo. Quest’ultimo, poi, processerà tutte le possibili cause, vagliando anche l’alimentazione.

La pancia gonfia, secondo Hamer, medico nutrizionista tedesco, è spesso associata ad un consumo smodato di alcuni alimenti, quali: yogurt, frutta (vi è infatti della frutta da evitare), alimenti contenenti glutine, kefir, kiwi, latte, legumi, limone, verdura (verdure cotte o crude), ma anche vino, zenzero, zucca, zuccheri in genere, zucchine e riso. La linea di condotta da mantenere per sapere quali alimenti evitare e quali cibi evitare, ma soprattutto quali verdure sono da evitare, è considerare causa primaria di pancia gonfia le troppe fibre contenute negli alimenti sopra elencati. Bere una tisana sgonfiante alla sera può aiutare ad allentare la tensione all’addome.

Altre cause di pancia gonfia

La pancia gonfia può risultare anche la conseguenza di un uso sistematico di integratori come Herbalife o farmaci, quando si mostrano intolleranze a medicinali specifici. Essa può associarsi a problemi al fegato, fitte addominali, flatulenza e rutti, gas e gastrite. In questi casi è utile supporre vi sia un’infezione da virus che causa pancia gonfia, come l’Helicobacter Pylori. Se vi è un’infezione virale, si assiste anche alla comparsa di febbre e pancia gonfia in basso a sinistra. Non va però confusa con la pancia gonfia per grasso addominale. L’uso di compresse di carbone attivo (come Trio Carbone) può essere utile ad assorbire il gas eccedente e ridurre così la tensione alla pancia. Il gonfiore può comparire preferenzialmente la mattina o la sera, lateralmente (sul lato destro) o globalmente, a seconda del tratto intestinale interessato dall’infezione. Può anche verificarsi sul lato destro senza dolore nel caso di interventi in laparoscopia. Considerando le innumerevoli cause di pancia gonfia, nella diagnosi vanno anche considerati i sintomi collaterali, come mal di schiena, mal di stomaco, mal di testa ecc.

Soluzioni e rimedi contro la pancia gonfia

La pancia gonfia è un problema così comune che può presentarsi tanto nel neonato quanto in una giovane ragazza, per motivi molto diversi. In ogni caso, l’omeopatia viene in soccorso delicatamente, alleviando dolori, tensioni e riducendo la quantità di gas presente in addome. Ma quando preoccuparsi per la pancia gonfia? Prima di allarmarsi, soprattutto se accade una tantum e non sistematicamente, è possibile cercare soluzioni con rimedi naturali, rimedi della nonna e rimedi istantanei.

Valdo Vaccaro, ad esempio, è un grande sostenitore dei rimedi casalinghi per la risoluzione dei disturbi legati alla pancia gonfia, proponendo tra essi anche il rilassamento attraverso lo yoga. Tutto quanto mira a ridurre la tensione addominale, riducendo la quantità di gas prodotta dagli alimenti fermentescibili o dai batteri in disbiosi presenti nell’intestino per patologie, aiuta a sentire minor tensione sotto l’ombelico, rendendo la pancia gonfia meno tesa e dura. Il sollievo dal sintomo rappresenta già di per sé la dimostrazione che il problema non va considerato come grave, ma costituisce l’esito di un’abitudine scorretta legata alla cattiva alimentazione o ad una digestione che non si è svolta correttamente. Diversamente, sarà sempre opportuno richiedere l’intervento di un professionista che esamini tutte le manifestazioni sintomatologiche ed emetta una diagnosi di certezza.

Costanza Gori