HomeSaluteSciatalgia: caratteristiche, cause e rimedi

Sciatalgia: caratteristiche, cause e rimedi

-

La sciatalgia (o più comunemente sciatica) è l’irritazione del nervo sciatico che provoca dolore che si irradia all’arto inferiore, solitamente origina dal gluteo, scende nell’area posteriore della coscia/gamba e può raggiungere il piede.

Nella maggior parte dei casi la sintomatologia interessa un solo lato del corpo e può essere caratterizzata da sensazione di bruciore, intorpidimento, formicolio, scossa elettrica con possibile associazione di riduzione/mancanza di sensibilità e di forza.

Quali sono le cause più comuni?

Solitamente la cause più comuni della sciatalgia sono:

  • Protrusione o ernia discale che imprime la radice spinale e ne crea un’irritazione (nella maggior parte dei casi).
  • Spondilolistesi (scivolamento di una vertebra su quella sottostante).
  • Sindrome del piriforme: il piriforme è un piccolo muscolo situato tra osso sacro e testa del femore che se contratto a lungo può irritare il nervo sciatico, a causa della sua prossimità.
  • Restringimento del canale vertebrale lombare (stenosi lombare).
  • Spondiloartrosi.

Diagnosi

La diagnosi della sciatalgia viene effettuata dallo specialista fisiatra. In base al parere del medico verranno poi consigliati esami strumentali, quali: Rx (radiografia), Rmn (risonanza magnetica), tac ed elettromiografia.

La letteratura scientifica consiglia di effettuare esami strumentali nel caso in cui i pazienti abbiano sintomi intensi e persistenti dopo 6-8 settimane di trattamento conservativo, così da valutare la presenza di un’ernia discale che comprime la radice spinale.

Andamento e prognosi

In generale, l’andamento clinico della sciatalgia risulta favorevole. La maggior parte del dolore e delle disabilità ad essa associate tendono a ridursi nell’arco di qualche settimana, il 60% dei pazienti si liberano della sintomatologia in 3 mesi e il 70% entro 12 mesi.

Trattamento

Nella comunità scientifica c’è consenso nel ritenere opportuno un trattamento di tipo conservativo nelle prime 6-8 settimane, questo a causa dell’andamento favorevole della sciatica.

Non è consigliabile il riposo a letto se non in caso di dolore totalmente invalidante nella fase acuta, infatti il riposo sembra avere effetti deleteri.

Utilizzo di farmaci su consiglio medico.

Stretching, terapia manuale (osteopatia, chiropratica) e trattamenti riabilitativi (fisioterapia) efficaci in presenza di una sindrome del piriforme o successivamente alla fase acuta in caso di sciatalgia data da problematiche discali.

L’operazione chirurgica viene utilizzata nei casi che non rispondono al trattamento conservativo e in presenza di gravi sintomi neurologici, su indicazione del neurochirurgo.

Bibliografia

-Valat J.P., Genevay S., Marty M., Rozenberg S. 2010. Sciatica. Best Practrice & Research Clinical Rheumatology, 24: 241-252.

-Hagen K.B., Jamtvedt G., Hilde G., Winnem M.F. 2005. The updated Cochrane review of bed rest for low back pain and sciatica. Spine, 30: 542-6.

-Weber H., Holme I., Amlie E. 1993. The natural course of acute sciatica with nerve root symptoms in a double blind placebo-controlled trial of evaluating the effect of piroxicam (NSAID). Spine, 18:1433-8.

A cura di Dott. Amedeo Malfetti osteopata

Profilo Linkedin: Amedeo Malfetti

Photo Credits: Pexels

Osteopata Amedeo Malfetti
Ho completato i miei studi presso l’Istituto Superiore di Osteopatia (ISO) di Milano, la prima scuola di osteopatia ad essere fondata in Italia e attualmente una delle più prestigiose. Al termine di 5 anni di studio a tempo pieno (2014-2019) ho conseguito un diploma (DO) e un Master of Science in osteopatia (MSc Ost) accreditato dall’università inglese “Buckinghamshire New University”. ​ Ho effettuato 3 anni di tirocinio clinico pratico e 5 anni di tirocinio osservazionale presso il Centro di Medicina Osteopatica (CMO) di Milano, che grazie al team di osteopati, medici e ricercatori, risulta essere un punto di riferimento della terapia osteopatica a Milano e in Lombardia. ​ Sono membro del Registro degli Osteopati d’Italia dal 2019 (mROI). Profilo Linkedin: https://www.linkedin.com/in/amedeo-malfetti-aab93a232/